CHI SIAMO

La Fondazione Tony Weber si è costituita a Caltanissetta (Italia) il 6 aprile 1995 per iniziativa dei coniugi Alfredo Giambra e Carolina Assennato. Nasce dalla generosità di una coppia che, non avendo figli, intende mettere a disposizione il patrimonio della famiglia per aiutare la formazione di altri giovani. I Fondatori hanno voluto intitolarla alla figura di Toni Weber, sacerdote cattolico svizzero che ha dedicato alla formazione dei giovani gran parte della sua vita. Curiosamente, nella trascrizione degli atti la “i” finale di Toni si è trasformata erroneamente in “y”; ed è con tale denominazione che la Fondazione è stata riconosciuta.
La Fondazione promuove, approfondisce e diffonde l’ideale dell’unità tra i popoli e la cultura della fraternità; in particolare, contribuisce ad aiutare i giovani che, condividendo tale ideale, intendano intraprendere studi volti a creare “uomini nuovi per un mondo nuovo”, approfondendo gli aspetti sociali, politici, economici, giuridici della cultura della fraternità.
La Fondazione intende favorire, in particolare nei giovani e nei Paesi in via di sviluppo, la comprensione degli aspetti etici della vita professionale e la formazione di nuove professionalità, l’impegno sociale, la partecipazione democratica alla vita pubblica, l’approfondimento delle problematiche legate al bene comune, alla solidarietà, al dialogo tra le culture mondiali e tra quelle presenti all’interno della cittadinanza.
La Fondazione Tony Weber è stata eretta in ente morale con decreto del Ministro dell’interno il 2 settembre 1997. Ha sede legale in Caltanissetta, Via Poggio S. Elia, 13. È iscritta al Tribunale di Caltanissetta, Registro Persone Giuridiche, n° 139. Codice fiscale: 92023640854.
Organo principale della Fondazione è il Consiglio di Amministrazione, che attualmente risulta così composto: Antonio Maria Baggio (Presidente e legale rappresentante); Angelo Calogero Pilato (Vicepresidente); Carolina Assennato (Segretaria generale).